it

🥁 Signore e Signori 🥁
siamo davvero entusiasti di poter annunciare che la giuria ha decretato vincitore della prima edizione di Lumina Pietro Ballero con: “È amore vero” 🎊🎉🎊🎉🎊🎉

L’artista ventottenne torinese vince:
🎁Un premio complessivo di 5.000€ con una residenza d’artista a Salerno di 10 giorni per realizzare, con i cittadini, l’intervento luminoso artistico progettato per l’area antistante l’ex chiesa dei Morticelli in Largo Plebiscito.

La motivazione: «Vince “È amore vero” perché frutto di un manifesto fortemente simbolico della rinascita dei “Morticelli”, abbandonati per oltre trent’anni e tornati a vivere grazie a Blam e una comunità creativa che attorno all’ex chiesa cinquecentesca si sta costruendo, riscoprendone le tracce, valorizzandone i significati, condividendo e collaborando al riuso di questo Bene Comune, con amore. “È amore vero” vince per la sua semplicità e allo stesso tempo forza di contenuto, capaci di coinvolgere i cittadini in un processo di riscoperta urbana grazie ad esplorazioni sul territorio volte a produrre un collage di segni e parole, un manifesto poetico che si tradurrà in più interventi luminosi capaci di mettere in connessione l’ex chiesa di San Sebastiano del Monte dei Morti con altri luoghi della città. In questo modo, “È amore vero” ha la capacità di sintetizzare il percorso di rigenerazione avviato, divenendo cappello di una comunità che sotto i segni più nascosti, può riscoprire se stessa e i suoi sentimenti più forti».

Oltre al vincitore, la giuria ha ritenuto necessario assegnare quattro menzioni d’onore al altri progetti ritenuti altrettanto potenti.

-La prima menzione va al secondo posto “Carosello”, progetto del Collettivo Frammenti siculo-campano, composto dagli architetti Francesco Lipari |OFL Architecuture|& Amleto Picerno Ceraso |Medaarch| “per la sua capacità di dialogare e costruire contesti, generando spazio urbano interattivo ad alto impatto visio e sociale”

-La menzione va a  “Signes of light” del team italo-svedese Stalkerlight, Marie Kraft & collettivo Stalker (Giulia Fiocca, Lorenzo Romito), «per aver immaginato un processo fortemente collaborativo e coinvolgente in cui la luce diventa frutto di pensiero e azione collettivi»;

-La menzione va a “RI-Tagli” dello studio leccese Archistart, «per la sua capacità di coinvolgere i cittadini nel processo creativo di personalizzazione dell’architettura luminosa progettata»;

-La menzione va a “In Memore” di Irene Russo per «per aver progettato un gioco di luci e materiali con design a minimo impatto».

Ecco la giuria che ha emanato il verdetto:
Maria Cerreta, arch. prof. esperta in pratiche collaborative presso il Diarc Unina – Architettura – Università di Napoli Federico II;
PatriciaPulles, curatrice d’arte;
Maria Luna Nobile, arch. prof. esperta in pratiche di rigenerazione urbana presso Umeå University;
JavierSanchezMerina, arch. prof. presso UA – Universitat d’Alacant / Universidad de Alicante;
Samuele Stirano, lighting designer;
Marianna Fiocco, rappresentante del Club Inner Wheel Salerno Est;
Rosa Maria Caprino, rappresentante della Fondazione Cassa Rurale Battipaglia;
Mimmo De Maio, rappresentante del Comune di Salerno – Pagina ufficiale dell’Ente
Sabrina Prisco, rappresentate del quartiere.

👉👉👉scopri il bando qui

en

🥁 Ladies and Gentlemen 🥁
we are really excited to be able to announce that the jury decreed the winner of the first edition of Lumina Pietro Ballero with: “È amore vero” 🎊🎉🎊🎉🎊🎉
The twenty-eight year old artist from Turin wins:

🎁A total prize of € 5,000 with a 10-day artist residence in Salerno to carry out, with the citizens, the artistic lighting project designed for the area in front of the former Morticelli church in Largo Plebiscito.
The motivation: « ” È amore vero ” win because it is the result of a strongly symbolic manifesto of the rebirth of the” Morticelli “, abandoned for over thirty years and returned to live thanks to Blam and a creative community that around the former sixteenth-century church it is building, rediscovering its traces, enhancing its meanings, sharing and collaborating in the reuse of this Common Good, with love. “È amore vero” wins for its simplicity and at the same time strength of content, capable of involving citizens in a process of urban rediscovery thanks to explorations of the territory aimed at producing a collage of signs and words, a poetic manifesto that will translate in more luminous interventions able to connect the former church of San Sebastiano del Monte dei Morti with other places in the city. In this way, “È amore vero” has the ability to synthesize the path of regeneration started, becoming the hat of a community that under the most hidden signs, can rediscover itself and its strongest feelings “.

In addition to the winner, the jury deemed it necessary to award four honorable mentions to the other projects considered equally powerful.

-The first mention goes to the second place “Carosello”, project of the Collective Frammenti siculo-campano, composed by architects Francesco Lipari |OFL Architecuture|& Amleto Picerno Ceraso |Medaarch| “for its ability to dialogue and build contexts, generating interactive urban space with high visual and social impact”.

-Mention goes to “Signes of light” by the Italian-Swedish team Stalkerlight, Marie Kraft & collective Stalker (Giulia Fiocca, Lorenzo Romito), “for having imagined a strongly collaborative and involving process in which light becomes the fruit of collective thought and action”;

– Mention goes to “RI-Tagli” by the Lecce-based studio Archistart, “for its ability to involve citizens in the creative process of personalizing the designed lighting architecture”;

– Mention goes to “In Memore” by Irene Russo for “having designed a play of light and materials with minimal impact design”.

Translated with www.DeepL.com/Translator (free version)

Here is the jury that issued the verdict:
Maria Cerreta, arch. prof. expert in collaborative practices at the Diarc Unina – Architecture – University of Naples Federico II;
PatriciaPulles, art curator;
Maria Luna Nobile, arch. prof. expert in urban regeneration practices at Umeå University;
JavierSanchezMerina, arch. prof. at UA – Universitat d’Alacant / Universidad de Alicante;
Samuele Stirano, lighting designer;
Marianna Fiocco, representative of the Inner Wheel Club Salerno Est;
Rosa Maria Caprino, representative of the Cassa Rurale Battipaglia Foundation;
Mimmo De Maio, representative of the Municipality of Salerno – Official page of the organization
Sabrina Prisco, representatives of the neighborhood.

👉👉👉discover here the call > Lumina

Leave A Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *