Perché un teschio? Senti questa!
I Morticelli” è il modo popolare, per i salernitani, di nominare la Chiesa del Monte dei Morti  in Largo Plebiscito.
Costruita nel 1530 d.C., dove forse in epoca romana c’era un battistero bellissimo, nel ‘600 vi furono seppelliti i cadaveri degli abitanti della città colpiti dalla peste. I due scheletri, posizionati ai lati dell’ingresso principale, son il simbolo della Chiesa dei “Morticelli”, nel 1615 passata alla Confraternita del Monte dei Morti che, con i soldi raccolti da offerte e donazioni dei fedeli, celebrava messe per i loro defunti: le anime del purgatorio.
Dentro spazi apparentemente disordinati, ci sono racconti, persone, leggende, che sono le tue vere radici e che ti appartengono, dobbiamo soltanto colorarli e unirli insieme per poterli riscoprire.

Noi di Blam stiamo cercando di riaprire la Chiesa del Monte dei Morti dopo oltre 30 anni di disuso e capire come questa possa trainarsi dietro la rigenerazione urbana di un pezzetto di città. Ma le nuove visioni si sa, partono dal passato per radicarsi bene nel presente.
Per saperne di più sulla storia della Chiesa, clicca su Progetto SSMOLL
Conosci altre curiosità e altre storie di Salerno?
Puoi scriverlo direttamente qui: