La soluzione del puzzle di parole presente sui volantini in giro per la città è San Sebastiano Monte dei Morti Living Lab e la parola segreta è SSMOLL. Con questo gioco di riflessione e creatività hai scoperto che stiamo provando ad inventare il primo laboratorio urbano creativo di Salerno. 
Il progetto SSMOLL trova casa nella Chiesa di San Sebastiano Monte dei Morti, dai salernitani conosciuta come “Chiesa dei Morticelli”, coinvolta in un processo di rigenerazione urbana partecipata capace di trasformare, con la collaborazione di cittadini, enti, associazioni, amministrazioni e professionisti, un pezzo di città in living lab.
Di cosa stiamo parlando? Un Living Lab, testualmente tradotto come laboratorio vivente, è un luogo fisico e un insieme di idee che hanno la capacità di plasmare in “tempo reale” le opportunità offerte dai nuovi concetti e dalle soluzioni tecnologiche per le esigenze e le aspirazioni specifiche dei contesti, delle culture e delle potenzialità creative locali.
Il riuso adattivo della chiesa si prende tutto il tempo necessario per testare insieme la nuova funzione della struttura esistente, ma funzionerà soltanto se riusciremo a collaborare dal basso, costruendo una rete fortissima capace di governare poi gli spazi rigenerati. 

“I cittadini” sei tu, e la creatività è in ognuno di noi.
Vuoi partecipare alla rigenerazione urbana della tua città? Tira fuori la creatività e la curiosità.
Partecipa e segui qui il progetto SSMOLL, oltre che sulle nostre pagine social: